Chef Ciro Pepe Vita da Chef

Chef Ciro Pepe

Ciro Pepe nasce a Palermo, 
abita a Misilmeri,  dove opera dal 2005 come Chef di cucina
con la moglie Jessica in sala nel Ristorante-Pizzeria “La Veranda”.
Dopo la scuola media,attratto dagli odori e i sapori della cucina della nonna, dalle mani sapienti che creano qualcosa di unico,cerca invano di frequentare la scuola alberghiera

ma non riesce a farlo per un padre che gli sconsiglia questo lavoro,essendo stato per molti anni un cameriere,quindi frequenta un anno  l’istituto tecnico commerciale e dopo di ché decidere di lasciare la scuola e si dedica al lavoro.
Dopo aver lavorato per 6 anni nel campo della tipografia (la grafica è un’altra mia passione) arriva il momento di partire volontario nell’esercito nel 2002, in missione in Albania si diletta a cucinare (con un suo amico-commilitone che fa’  lo chef di professione), per i suoi compagni e i suoi superiori, trovando ottimi consensi, è da lì che scatta la volontà assoluta di intraprendere questo magnifico lavoro, quindi terminato il militare, và a lavorare come commis di cucina in un ristorante di pesce in una località balneare in provincia di Palermo.
Lì rimane per quasi due anni dove impara le fondamenta della cucina, il sacrificio, il lavoro di squadra e il rispetto per il cibo, dopo gli si prospetta la possibilità di andare a gestire una cucina, e lui anche se timoroso perché poco esperto, ma allo stesso tempo eccitato accetta questa avventura.
E da lì che inizia questo percorso fatto di sali e scendi, cercando sempre di documentarsi, di studiare, di apprendere chiedendo consigli e studiando le sue tecniche dal suo libro che è quasi una bibbia, dal Maestro della cucina siciliana “Nino Graziano” grazie anche all’amicizia che li lega.

Pensa che nella sua Sicilia che gli offre profumi e colori unici, materie prime eccellenti e una ricca storia culinaria ci sia bisogno solo di sfruttarle al meglio per arrivare ad un ottimo prodotto finale, è per questo che la sua cucina parla soprattutto di tradizione Siciliana, la tradizione porta naturalmente a contrapporla al nuovo, ma senza alterare le vecchie ricetteche trovain antichi libri e in ricette di famiglia della nonna Sara, sua inestimabile Musa ispiratrice, crea nuovi piatti dove mescola la montagna con i suoi animali e le verdure e il mare con i suoi pesci, dove l’acqua salina lambisce la terra, ma alle volte creare un piatto per lui è anche improvvisazione, un po’ come accade nella musica, e lui ama la musica a 360°.
La sua cucina è soprattutto formata da prodotti del territorio, che personalmente e in maniera maniacale ricerca dai produttori locali, rispettando la stagionalità e la natura delle materie prime, 
esaltandone il sapore con riuscite sfumature, espressioni della sua eclettica personalità.
“Terra e Mare sono per me un unico elemento:
non esistono confini in Natura,nè tanto meno nella mia Cucina.”
 
 
 

 

Scrivi un Commento