Campania Vini e Cantine

Dal cuore del Sannio il Piedirosso Notàro

Scritto da lesaucier
“Una tradizione non si improvvisa, il suo valore nasce da radici profonde, su queste stesse terre, la mia famiglia per tradizione si è sempre dedicata alla coltivazione della vite e dell’olivo.
Oggi vogliamo continuare.”
Alessandro Meoli
L’Azienda Agricola Meoli produce vini ed oli nel cuore dell’antico Sannio nel pieno rispetto della natura, delle tradizioni e del territorio, una piacevole scoperta e una storia densa di passione ed amore per il vino.

Un po’ di Storia

La famiglia Meoli è stata un “popolo” di viaggiatori fin dal primo novecento con il bisnonno Alessandro Meoli senior.
Dai racconti tramandati il nonno era testardo e caparbio e a soli 20 anni decide di lasciare il suo piccolo paese natio per recarsi in America…terra dei sogni impossibili dove approdò nel lontano 1906. Come milioni di emigranti ,il viaggio e l’arrivo non sono stati facili e i  primi anni sono stati segnati dalla fatica e sofferenza. Mille sono stati i suoi lavori, finchè la fortuna tanto auspicata arriva e inizia per lui un periodo in ascesa economica e sociale. A causa del primo conflitto mondiale può rientrare in Italia, nel suo paese natio San Lorenzo Maggiore. Solo dopo 18 lunghi anni. In breve tempo mette su famiglia: 3 femmine e 1 maschio ed  acquista dei terreni che inizierà a coltivare con passione e dedizione . Si dedica anche al commercio  come mediatore nella compra-vendita e per questo viene designato con l’appellativo di ” Santucc ‘ U Nutar “(Alessandro il Notaio). Tutto sembrava realizzato, ma la seconda grande guerra spazza via il lavoro di una vita e come il padre, il figlio Lorenzo a soli 17 anni lascia l’Italia per cercare fortuna oltralpi, questa volta in Svizzera.
Lorenzo rientra non in terra natia, ma cambia paesino stabilendosi definitivamente nel 1975 a Dugenta dove acquistò una grande tenuta, che diverrà l’Azienda Agricola Meoli.

L’Azienda Meoli prende forma

L’artefice di tutta la nostra avventura è Alessandro Meoli, figlio di Lorenzo, che da sempre ha desiderato fare vino.
A soli 7 anni ha iniziato ad essere un piccolo agricoltore facendo esperienza con suo papà nelle più disparate coltivazioni… e non ha mai voluto o cercato un altro mestiere e per questo la “sua” terra non ha segreti o incognite.
Forse l’input di vignaiolo è arrivato con l’impianto delle prime barbatelle Meoli (Uva di Troia nel ’77 e a seguire il Trebbiano Toscano), presenti tutt’oggi in azienda.
Alessandro crescendo e coadiuvato dalla moglie Cinzia, ha deciso di investire tutte le sue potenzialità nella vigna ed un passo alla volta ha valorizzato le produzioni aziendali da quelle autoctone a quelle internazionali.
La prime etichette risalgono al 2004, con il Rubens, un Cabernet-Sangiovese e il Krai, un’ elegante Falanghina in purezza, e poi a seguire il Kaos, un uvaggio di Uva di Troia e Lambrusco, il Notaro, un grande piedirosso e l’ultimo arrivato, il Krè, un robusto aglianico, figlio “prediletto” del nostro territorio.
Alla linea dei vini, viene affiancata anche un grande olio, “Il mio OLIO”.
Per Alessandro questa è solo la prima pietra di un grande progetto e spera che i figli Lorenzo, Marco e la piccola Alessandra continuino ad avere passione e dedizione per un’attività che non è un semplice mestiere.

Tra la vigna e l’oliveto

L’azienda si estende su 12 ettari nel territorio del Sannio, di cui 5 di vigneto coltivato a Sangiovese, Cabernet Sauvignon, Piedirosso, Aglianico, uva di Troia, Lambrusco Maestri, Falanghina e Trebbiano Toscano.
La forma di allevamento principale è il guyot seguito da una piccola parte coltivata a tendone.
Si completa la produzione agricola con 1 ettaro di oliveto secolare situato nella rigogliosa terra dell’olio di San Lorenzo Maggiore dove si coltivano la Racioppella, l’Ortolana e la Femminella.
L’età dei nostri vigneti varia dai 35 anni nei casi degli impianti più vecchi,  fino ad arrivare a pochi anni nel caso di quelli più giovani.
Sia il vigneto che l’oliveto vengono condotti tramite tecniche ecocompatibili volte ad assicurare la massima qualità dei prodotti, nel totale rispetto della Natura.

La cantina

 La cantina occupa una posizione centrale dell’azienda e l’estrema  vicinanza con la vigna consente la lavorazione delle uve in giornata oltre che ad un controllo diretto della qualità.
La fermentazione dei vini rossi avviene in vasche di cemento vetrificate e di acciaio, seguita da lunghe macerazioni ed abbinata a rimontaggi per favorire l’estrazione di tannini nobili e di colore.
La fermentazione dei vini bianchi avviene a temperature controllate senza contatto con le bucce, così da favorire la piena espressione dei caratteri del territorio.
Periodicamente vengono effettuati travasi che permettono di separare, per sedimentazione naturale, i residui presenti nel vino e prima di essere imbottigliato il vino riposa in serbatoi d’acciaio, nel caso dei bianchi e/o barriques nel caso dei grandi rossi .
L’Azienda Agricola Meoli ha recentemente valorizzato una cantina ipogea tufacea, naturalmente climatizzata, sicuramente il miglior luogo d’invecchiamento ed affinamento per la nostra produzione.
Le bottiglie prodotte, in base alle annate, sono tra le 20000 e 25000 che vengono affiancate anche da una piccola produzione di novello.
L’enologo Dott. Cecere Alberto segue l’intero processo produttivo così da valorizzare sia le produzioni in campagna, che in cantina data l’innata conoscenza del territorio.
 

 

Il Notàro

 
 
Denominazione: Piedirosso IGT
Uve: 100% piedirosso
Ubicazione vigneto: ai piedi del monte taburno attorno l’antica cantina
Località: Sannio, Dugenta (BN)
Tipo di terreno argilloso 41%, calcareo 60% limoso 38,5%
Altitudine: 65 metri
Data impianto vigneto: 2003
Epoca della raccolta: dalla prima all’ultima decade di Ottobre
Tipo di raccolta: manuale in piccole cassette
Produzione per ha: 90 q.li
Vinificazione: Diraspatura, fermentazione in acciaio a temperatura controllata, lunga macerazione con le bucce, rimontaggi soffici 3 volte al giorno.
Affinamento in barrique di rovere nell’antica cantina ipogea dai 6 ai 8 mesi e 3 mesi in bottiglia.
Titolo alcolometrico: 13,5% – 14 %
Produzione totale: 5000 bottiglie
Caratteristiche Organolettiche
Esame visivo: colore rosso rubino con netti riflessi violacei. Archetti piuttosto stretti e lenti.
Esame olfattivo: entrata al naso intensa con profumo di frutti rossi: prugna, susina, pepe nero, sentori di liquirizia, complesso e fine.
Esame gusto olfattivo: entrata in bocca suadente, secco, caldo, tendente al morbido, abbastanza equilibrato, abbastanza sapido, rotondo, intenso di corpo, armonico. finale arrotondato piuttosto dolce
Abbinamenti: da abbinare a secondi di carne al sangue , zuppe di pesce, piatti di verdure, formaggi non troppo piccanti, trippa sgrassata, pizza .
Temperatura di servizio: dai 16° – 18° C
 

Azienda Agricola Meoli
Via Cocola, 32 – 82030 Dugenta (BN)
tel & fax +39 0824 978091
cell. +39 347 5243581
email: info@aziendameoli.com
web: www.aziendameoli.com