Antipasti Masterchef

Ivan Iurato e la sua Caponata leggera

Scritto da lesaucier
 
 
Ivan Iurato 36 anni da Comiso, un piccolo comune in provincia di Ragusa, sicuramente tra i concorrenti più altalenanti di questa seconda edizione di Masterchef, alternando piatti gloriosi e prestigiose vittorie all’ Invention Test a portate mal riuscite ed a volte  mortificanti.
Sicuramente il concorrente più umile e geniale, che ha trascinato gli spettatori tra gag e commozioni, innalzandolo a vincitore morale di questa travagliata edizione.
La forte cadenza siciliana, le poesie recitate nei momenti più impensati e le frasi simpatiche al punto da diventare un vero e proprio meme su facebook,
 lo hanno fatto apprezzare da tutto il pubblico 
 
Ho chiesto a Ivan una ricetta che lo rappresentasse che parlasse dei sapori della sua Sicilia da riproporre ai lettori di “Le Saucier” 
ed ecco la sua Caponata leggera alla cioccolata artigianale di Modica
 
 
 
Ingredienti
 

500 gr di melanzane
250 gr di pomodori ramati
180 gr di cipollotti freschi
100 gr di sedano
100gr di carota novella di Ispica IGP
100 gr di aceto di vino
50 gr di capperi di pantelleria
50 gr di olive verdi denocciolate
15 gr. di uva passa
15 gr di pinoli
15gr farina 00
Basilico
menta

Cioccolato al artigianale di Modica al Peperoncino (Consiglio la marca Bonajuto)
2 foglie di alloro
Un o due cucchiai di miele d’arancio
Olio EVO



Procedimento

In una padella con abbondante olio per friggere mettete la melanzana tagliata in grossi cubi e precedentemente infarinata, appena è ben cotta e croccante toglietela dal fuoco e mettetela in carta alimentare per togliere l’olio in eccesso. In un padellino fate tostare i pinoli per pochi minuti, appena pronti metteteli da parte.
In un pentolino sbollentate sedano e carote tagliati a rondelle non troppo sottili, fate andare per pochi minuti mantenendo le verdure croccanti. Non gettate via l’acqua usata per la cottura, conservatela.
In un grosso padellone o in un wok fate un soffritto partendo con i cipollotti freschi ed incorporate successivamente le olive, i capperi le foglie di alloro ed infine il pomodoro e le carote e il sedano che avevamo precedentemente sbollentato. Per ultimo aggiungete qualche fogliolina di basilico e menta e i pinoli precedentemente tostati.
Lasciate andare a fuoco dolce finche’ il sughetto non si stringe.
Nell’acqua di cottura delle verdure (carote e sedano) stemperate due cucchiai di miele di arancio (se c’e’ troppa l’acqua toglietene un po’) aggiungete l’aceto e aggiustate di sale. Quando il sughetto è pronto e l’agrodolce vi soddisfa amalgamate le due cose in un recipiente e quindi incorporate la melanzana precedentemente fritta.
Lasciate riposare la caponata per 3 o 4 ore, 
servite grattugiando la cioccolata artigianale al peperoncino e guarnite con qualche foglia di basilico e menta.


Manuel Stellato