Lazio Vini e Cantine

Casale Marchese, Grandi vini a Frascati

Scritto da lesaucier

La Storia del Casale Marchese

Il Casale Marchese poggia su due antiche cisterne romane ed è già citato in una Bolla di Bonifacio VIII del 12 maggio 1301 come parte del feudo della famiglia Annibaldi. In seguito, nel periodo rinascimentale, il Casale è divenuto dimora del marchese Emilio de’ Cavalieri (1550-1602), da cui il nome ancora oggi sulle mappe Casale del Marchese. La proprietà è stata menzionata in molteplici documenti ufficiali come nel Catasto Pontificio del 1860 e descritta da poeti e letterati come Clara Wells che la riporta nel 1878 in uno dei suoi libri.

La famiglia Carletti è proprietaria dell’Az. Agr. Casale Marchese da circa due secoli. Alessandro e Ferdinando sono la settima generazione; il più grande, Alessandro, è l’amministratore, mentre il più giovane, Ferdinando, è l’agronomo dell’azienda. La famiglia ha avuto due illustri cardinali: Ludovico Micara (1775-1847) e Clemente Micara (1879-1965), a cui è dedicato il vino “Clemens”.

Il Casale, come appare oggi, risale al XVIII secolo. La struttura del palazzo è stata divisa in due parti; la famiglia Carletti vive in un’ala, mentre l’altra parte è utilizzata per la produzione del vino. Tutti i processi di vinificazione, imbottigliamento e confezionamento sono fatti in loco. In azienda si trova anche un moderno frantoio che produce un eccellente olio extra vergine di oliva esclusivamente con le olive raccolte in azienda. Una parte del Casale è stata di recente ristrutturata e rinnovata e ospita una cantina moderna e tecnologicamente all’avanguardia. Nell’antica cantina, che risale alla fine del ‘700, c’è una sala degustazioni, spesso usata per accogliere ospiti e visitatori da ogni parte del mondo.

L’Azienda Casale Marchese

L‘azienda agricola Casale Marchese, con una superficie di oltre 50 ettari destinati in gran parte a vigneto specializzato, è situata nel cuore del Frascati DOCG e si affaccia su uno dei più suggestivi panorami romani e tuscolani, dove i vigneti si alternano ad ulivi secolari. Il terreno, di origine vulcanica è ideale per questo tipo di coltura, grazie anche alla giacitura collinare.

La vite è da sempre stata coltivata in questa zona. Marco Porzio Catone detto “il Censore”, illustre cittadino tuscolano del 230 a.C., consigliava di piantare nei propri possedimenti perchè “optima loco”. Dunque è stato uno dei primi luoghi al mondo dove il vino è stato prodotto.  Il Frascati Doc viene prodotto nelle colline che circondano Roma, zona conosciuta come ‘Castelli Romani’. Il territorio si trova sotto al monte Tuscolo dove anticamente era stata costruita la città di Tusculum e la città di Frascati da cui la denominazione di origine prende il nome.

Le tecniche di coltivazione, adottate in azienda rispondono pienamente ai principi di una viticoltura di qualità superiore, nel rispetto dell’ambiente e della società. I vigneti di Casale Marchese sono allevati, in gran parte, a Cordone Speronato, con alta densità di piante per ha (4.000 – 5.000) e potatura corta; ciò consente di concentrare meglio i caratteri chimico fisici della qualità nei pochi grappoli prodotti per pianta (1,5 – 2kg).    Inoltre la gestione della coltura viene fatta seguendo le norme di produzione integrata, con l’esclusivo utilizzo dei prodotti a basso impatto ambientale.  Le varietà dei vigneti di Casale Marchese sono quelle che vengono tradizionalmente utilizzate per la produzione del vino Frascati: Malvasia Puntinata, Malvasia di Candia, Trebbiano Toscano, Greco, Bombino, Bellone. Recentemente sono state impiantate varietà internazionali come Chardonnay, Merlot, Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc.

La cantina

La cantina è stata di recente rinnovata e attrezzata con macchinari di ultima generazione. Una volta raccolte, le uve vengono scaricate in un convogliatore e passano attraverso una pompa peristaltica, nelle presse a membrana. La pressatura delle uve avviene in maniera soffice tramite presse pneumatiche che non lacerano la buccia delle uve, in questo modo si preserva la fragranza ed il profumo del mosto. I vinificatori per la produzione dei vini rossi sono posizionati al piano superiore della cantina.

Sono in acciaio AISI 316, dotati di pompe di rimontaggio e di un sistema di irrorazione delle bucce. Al piano terra si trovano ulteriori serbatoi per la fermentazione dei vini bianchi, dotati di fasce di raffreddamento per il controllo termico opportunamente coibentate. La temperatura può essere impostata e visionata tramite quadri elettrici dislocati in vari punti della cantina. Nella barricaia ricavata nell’antica cantina del ‘700 si trovano le barriques francesi in rovere che sono utilizzate per l’affinamento di due vini: il “Marchese de’ Cavalieri” e il “Cortesia”.

La cantina del Casale Marchese

La cantina del Casale Marchese

La Vendemmia

L‘obiettivo dell’azienda agricola Casale Marchese è di produrre solo vini di alta qualità. Per questo motivo la raccolta viene effettuata rigorosamente a mano, le uve vengono selezionate e raccolte secondo la varietà ed il grado di maturazione. Quindi il periodo di vendemmia varia di anno in anno, ma normalmente inizia durante la prima settimana di settembre e finisce a metà ottobre.

I Vini del Casale Marchese

 

Frascati Superiore DOCG

Frascati Superiore DOCG Casale Marchese

Frascati Superiore DOCG Casale Marchese

Uve: Malvasia del Lazio, Trebbiano Toscano, Bonvino, Bellone

Vigneti: Vigneti dell’Az. Agr. Casale Marchese, le viti sono allevate a cordone speronato, su un suolo di origine vulcanica. Densità ceppi/ha 4.000. La resa media di uva per ceppo è di 2 kg.

Vinificazione: Raccolta manuale in cassette forate da 15kg. Pressatura soffice e selezione delle differenti frazioni di mosto. Illimpidimento statico e separazione dei fondi. Aggiunta di lieviti selezionati. Fermentazione alcolica termocontrollata (una settimana circa). Stabilizzazione tartarica a freddo nel mese di dicembre. Imbottigliamento su più lotti a partire da gennaio, fino a giugno. Commercializzazione dopo un mese dal primo imbottigliamento. Profumo: Immediati i sentori di frutta tropicale, con sfumature floreali leggermente erbacee.

Sapore: Al gusto si presenta sapido. Corposo con retrogusto morbido, elegante e avvolgente. Il Frascati è conosciuto come vino da bersi entro la vendemmia successiva. Il Frascati di “Casale Marchese”, pur essendo piacevole già a partire da febbraio – marzo, dà il meglio di se solo in prossimità dell’estate e quindi si arricchisce molto di una leggera permanenza in vetro.
Abbinamenti: ottimo come aperitivo, piatti di pesce, carpacci di carne e pesce, pizza, formaggi caprini freschi.

 

Clemens

Clemens Casale Marchese

Clemens Casale Marchese

Uve: Malvasia del Lazio, Chardonnay

Vigneti: Vigneti di proprietà dell’Az. Agr. Casale Marchese, le viti sono allevate a cordone speronato, su un suolo di origine vulcanica. Densità ceppi/ha 4.000. La resa media di uva per ceppo è di 2 kg.

Vinificazione: Raccolta manuale in cassette forate da 15kg. Pressatura soffice e selezione delle differenti frazioni di mosto. Illimpidimento statico e separazione dei fondi. Aggiunta di lieviti selezionati. Fermentazione alcolica termocontrollata (una settimana circa). Affinamento su fecce fini per quattro mesi. Stabilizzazione tartarica a freddo nel mese di aprile. Imbottigliamento nel mese di maggio. Commercializzazione nel mese di novembre.

Profumo: Il Clemens della Casale Marchese si presenta intenso e persistente con sentori floreali e fruttati, in particolare frutta esotica, ananas e melone. Molto interessante la concentrazione aromatica, la finezza e la pulizia dei profumi. Sapore: Una persistente nuance agrumata apre ai profumi di frutta gialla e tropicale, nell’armonia di un assaggio in cui gusto e sapidità regalano sensazioni calde in un corpo ben saldo.

Abbinamenti: Zuppa di pesce, carni bianche, porchetta, pesce al forno con patate.

 

Novum

Novum Casale Marchese

Novum Casale Marchese

Uve: Merlot, Cabernet Sauvignon

Vigneti: Vigneto dell’Az.Agr.Casale Marchese, le viti sono allevate a cordone speronato, su un suolo di origine vulcanica. Densità ceppi/ha 4.000. La resa media di uva per ceppo è di 1,5 kg.

Vinificazione: Raccolta manuale in cassetta. La prima uva vendemmiata viene sottoposta a macerazione carbonica dei grappoli interi per 10-12 giorni e la successiva raccolta viene pigiata, diraspata e macerata per alcuni giorni. Segue una pressatura soffice e fermentazione a temperatura controllata. Maturazione e affinamento in acciaio inox per circa 1 mese.

Profumo: Il Novum della Casale Marchese si presenta molto fruttato con profumi floreali e di sottobosco quali la violetta, il ribes e la fragola selvatica.

Sapore: Una persistente nuance di frutti di sottobosco nell’armonia di un assaggio in cui gusto e sapidità regalano sensazioni calde in un corpo ben saldo.

Abbinamenti: Zuppe delicate, paté, crostacei gratinati.

 

Rosso Eminenza

Rosso Eminenza Casale Marchese

Rosso Eminenza Casale Marchese

Uve: Merlot, Cabernet Sauvignon, Cesanese, Montepulciano

Vigneti: Vigneti di proprietà dell’Az. Agr. Casale Marchese, le viti sono allevate a cordone speronato, su un suolo di origine vulcanica. Densità ceppi/ha 4.000. La resa media di uva per ceppo è di 2 kg.

Vinificazione: Raccolta manuale. Diraspa-pigiatura e aggiunta di lieviti selezionati. Fermentazione alcolica termocontrollata (24-26 °C). Pressatura soffice e selezione delle differenti frazioni di vino. Fermentazione malolattica in acciaio inox. Stabilizzazione tartarica a freddo nel mese di febbraio. Assemblaggio ed imbottigliamento nei mesi di febbraio – marzo.

Profumo: Fruttato, intenso di ciliegia, fragola e prugna; in invecchiamento assume sfumature speziate di liquirizia, caffè e pepe verde.

Sapore: Avvolgente, morbido con tannino evidente ed equilibrato.

Abbinamenti: Bucatini all’amatriciana, fritti regionali, piatti tipici della cucina romana

 

Marchese de’ Cavalieri

Marchese de' Cavalieri Casale Marchese

Marchese de’ Cavalieri Casale Marchese

Uve: Merlot, Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc

Vigneti:Vigneto de’ Cavalieri dell’Az. Agr. Casale Marchese, le viti sono allevate a cordone speronato,su un suolo di origine vulcanica. Densità ceppi/ha4.000. La resa media di uva per ceppo è di 1,5 kg.

Vinificazione: Raccolta manuale. Diraspa-pigiaturae aggiunta di lieviti selezionati. Fermentazione alcolica termocontrollata (28-30°C). Pressatura soffice e selezione delle differenti frazioni di vino. Fermentazione malolattica in acciaio inox. Affinamento in barriques per 12 mesi. Assemblaggio e imbottigliamento nei mesi di febbraio – marzo.

Profumo: Fruttato con sentori che ricordano la marasca e frutti di sottobosco (mora e ribes) con sfumature speziate di vaniglia, liquirizia, cannella e noce moscata.

Sapore: Il vino si presenta estremamente morbido, elegante e non invadente, con tannini dolci. Di buon corpo e sapidità. Abbinamenti: Selvaggina, agnello, tagliata di manzo, formaggi stagionati

 

Cannellino di Frascati DOCG

Cannellino di Frascati DOCG Casale Marchese

Cannellino di Frascati DOCG Casale Marchese

Uve: Malvasia del Lazio, Trebbiano

Vigneti:Vigneti di proprietà dell’Az. Agr. Casale Marchese, le viti sono allevate a cordone speronato, su un suolo di origine vulcanica. Densità ceppi/ha 4.000. La resa media di uva per ceppo è di 2 kg.

Vinificazione: Raccolta manuale in cassette forate da 15kg. Pressatura soffice e selezione delle differenti frazioni di mosto. Illimpidimento statico e separazione dei fondi. Aggiunta di lieviti selezionati. Fermentazione alcolica termocontrollata (una settimana circa). Arresto della fermentazione alcolica tramite freddo e filtrazione. Stabilizzazione tartarica a freddo nel mese di febbraio. Assemblaggio e imbottigliamento nel mese di marzo.

Profumo: Il Cannellino della Casale Marchese si presenta ricco di note floreali e fruttate, in particolare pesca, albicocca, pera e mela, descrittori tipici dei vini dolci. Ulteriori sentori di miele ne accentuano la personalità del vino amabile.

Sapore: Il vino si presenta estremamente morbido all’attacco, con un’evoluzione moderatamente acida e un finale leggermente amaro. Colpiscono in particolare la morbidezza gustativa e l’ottimo equilibrio, fin dai primi mesi dopo l’imbottigliamento.

Abbinamenti: Formaggi freschi, torte di verdure e formaggio, crêpes salate, dolceria secca

 

Partecipazioni Tv del Casale Marchese

Come si valuta la qualità di un vino?

Servizio di Tv2000 – Come si valuta la qualità di un vino. Risponde Paolo Peirà, enologo, presso l’Azienda Agricola “Casale Marchese” (Frascati).

 

TV2000 – Settembre, tempo di vendemmia

 

Azienda Agricola Casale Marchese

Indirizzo: Via di Vermicino, 68 – 00044
Frascati (Roma) – Italia
Telefono e fax: (+39) 06 9408932
E-mail: info@casalemarchese.it

Coordinate GPS

Latitudine: 41° 50′ 23.04″ N
Longitudine: 12° 39′ 36.61″ E

Commenta questo articolo