Sicilia Vini e Cantine

Cusumano, la Sicilia nel bicchiere

Scritto da lesaucier
 
“In ognuna delle quindici etichette Cusumano 
c’è un pezzo di terra e di storia siciliana”

 

 

Esaltare le peculiarità di una terra generosa e dai forti contrasti come quella siciliana per presentare vini innovativi per andare incontro alle nuove esigenze e ai mutato gusti dei
consumatori: su questa idea forte, costruita sul perfetto connubio tra passato e futuro, tradizione e innovazione, uomo e natura, i giovani fratelli Alberto e Diego Cusumano, con il prezioso contributo dell’enologo Mario Ronco, danno vita nel 2001 al loro progetto imprenditoriale diventato, nel giro di pochi anni, un simbolo del dinamismo e dell’innovazione dell’enologia siciliana, ancora troppo legata a stereotipi di tradizione e storicità.
Contemporaneità, dinamicità, tecnologia e ma anche un “saper fare artigianale” che proviene
dall’antica sapienza contadina: sono questi i valori fondanti alla base del successo dirompente di questa giovane azienda che ha saputo trasferire la cultura locale su una scala globale e ha
portato i suoi vini sulle tavole di tutto il mondo ottenendo prestigiosi riconoscimenti e
contribuendo alla valorizzazione del territorio siciliano.
L’azienda è costituita da 465 ettari vitati distribuiti in aree della Sicilia profondamente diverse tra loro: si va dal microclima nordico del podere Ficuzza, posto a 800 metri di altitudine con una forte escursione termica giorno-notte, che infonde alle uve una freschezza aromatica particolare alle terre calcaree, bianche e di Butera, inondate dal caldo sole siciliano che dona una particolare corposità ed i vigneti in Alcamo con terreni neri ed argillosi pieni di forza e complessità. Nel 2013 un alto importante traguardo, l’acquisizione di 14 ettari di cui 6 ancora da vitare, sull’Etna.
Due le linee di vini prodotti: una linea di monovarietali, costituita da vitigni autoctoni vinificati in purezza (Alcamo, Insolia, Nero d’Avola, Merlot, Syrah) e una seconda linea “firmata” di vini
territoriali le cui denominazioni, di grande suggestione, si ispirano ai nomi antichi con cui venivano identificati i vari vigneti (Angimbé, Jalé, Benuara, Sàgana, Noà, Cubìa). La musicalità dei nomi trova un’ideale continuità nella colorazione vivace delle etichette diventate, insieme al sole che appare nel marchio, un segno distintivo dei vini Cusumano. Ma lo stile Cusumano trova la sua piena realizzazione nella nuova cantina di Partinico, in provincia di Palermo, che sorge sull’area di un antico baglio e si estende su 4.000 mq di superficie e su 3.000 mq interrati. 
 
L’innovativo progetto dell’architetto Fabrizio Ruffino ha immaginato uno strabiliante esempio di design e stile contemporaneo applicato ad una realtà produttiva che comprende, oltre al centro di produzione, la cantina di affinamento e gli uffici, anche uno spazio di incontri ed eventi per conservare e trasmettere la cultura di un prodotto antico come il vino e la passione di un’azienda moderna come Cusumano.
 

I Vini Cusumano

Angimbé

Un vino paglierino con note piacevoli di lime, gelsomino, ginestra e pesca. 
In bocca è fresco, ben calibrato, dal finale minerale.

 

 

Zona di produzione: Tenuta di Ficuzza, Piana degli Albanesi (PA). 189 ettari, 700/800 m di altitudine, terreno franco argilloso, 60 microaree.
Uve: Insolia 70%, Chardonnay 30%.
Esposizione: Insolia a sud-est, Chardonnay a est.
Età media dei vigneti: Insolia 12 anni, Chardonnay 8 anni.
Allevamento: Vigneti allevati a spalliera, densità 5000 piante per ettaro.
Resa: 60 q di uva per ettaro.
Vendemmia: Manuale, lo Chardonnay nel mese di agosto, l’Insolia durante la prima decade di settembre.
Vinificazione: Macerazione a freddo delle bucce per 12 ore a 8°C, pressatura pneumatica, decantazione a freddo, fermentazione a 18°-20°C, permanenza in acciaio sulle fecce fini per 4 mesi e successivo affinamento in bottiglia.
Palmarés
Angimbé 2011
90 points, James Suckling
85 punti, Sette, Corriere Della Sera del 10/8/2012
Premio qualità-prezzo, Berebene 2013, Gambero Rosso
Angimbé 2010
88 points, Wine Spectator
87 points, Wine Enthusiast
Angimbé 2009
91 punti, James Suckling, 30 Novembre 2010
Gold Medal, Berliner Wine Trophy 2010
2 Bicchieri rossi, Gambero Rosso
Angimbé 2008
Premio qualità/prezzo, Berebene Low Cost 2010, Gambero Rosso
88 points Wine Spectator luglio 2009
2 Bicchieri, Gambero Rosso
Angimbé 2007
2 Bicchieri rossi, Gambero Rosso
Angimbé 2006
2 Bicchieri, Gambero Rosso
Oscar Nazionale/Vini Bianchi Almanacco del Berebene G. R.
88 points, Robert Parker
Angimbé 2005
2 Bicchieri, Gambero Rosso

 Syrah

Colore rubino carico, con profumi varuetali di frutto pieno,
erbe aromatiche e pepe nero. 
La struttura è solida, corposa, di bella concentrazione estrattiva 

 

e coerente dal punto di vista gusto-olfattivo

 

 

Zona di produzione: Presti e Pegni, Alcamo (TP)
Uve: Syrah 100%.
Esposizione: Sud, sud-est
Età media dei vigneti: 10 anni
Allevamento: Vigneti allevati a spalliera con una densità di ceppi per ettaro pari a 5000.
Resa : 70 q di uva per ettaro.
Vendemmia: Manuale, nell’ultima decade di agosto.
Vinificazione: Diraspatura e macerazione a freddo delle bucce per due giorni a 5°C, fermentazione a 26-28°C con frequenti rimontaggi e follature; malolattica in acciaio e permanenza sulle fecce fini per almeno cinque mesi e successivo affinamento in bottiglia.
Palmarés
Syrah 2011
Premio qualità-prezzo, Berebene 2013, Gambero Rosso
Syrah 2010
1 Bicchiere, Gambero Rosso
Syrah 2009
2 Bicchieri, Gambero Rosso
86 points, Wine Spectator
Syrah 2008
2 Bicchieri, Gambero Rosso
Syrah 2007
2 Bicchieri, Gambero Rosso
Syrah 2006
Super premio – Miglior vino nel rapporto qualità/prezzo
5 Stelle, Vini di Sicilia 2008
Syrah 2005
85 points, Wine Spectator aprile 2007
2 Bicchieri, Gambero Rosso
Syrah 2004
2 Bicchieri, Gambero Rosso

 Nero d’avola

Colore rosso rubino intenso, 
possenti aromi di ciliegia e lampone, che inebriano i sensi.
Al palato è un vino pieno, dalla sottile presenza di tannini

 

 

Zona di produzione
San Giacomo. Butera (CL).
Uve: Nero d’Avola 100%.
Esposizione: Sud, sud-est.
Età media dei vigneti: 13 anni.
Allevamento: Vigneti allevati a spalliera con una densità di ceppi per ettaro pari a 5000.
Resa: 70 q di uva per ettaro.
Vendemmia: Manuale, nella prima decade di settembre.
Vinificazione: Diraspatura e macerazione a freddo delle bucce per due giorni a 5°C, fermentazione a 26-28°C con frequenti rimontaggi e follature; malolattica in acciaio e permanenza sulle fecce fini per almeno cinque mesi e successivo affinamento in bottiglia.
 
Palmarés
Nero d’Avola 2011
90 points, James Suckling
88 points, Toronto Life Magazine, Canada February ‘13
Nero d’Avola 2010
100 Top vini dell’anno, Vancouver Magazine
2 Bicchieri, Gambero Rosso
Nero d’Avola 2009
5 stelle della guida Ai Vini 2011 del Giornale di Sicilia
2 Bicchieri, Gambero Rosso
86 points, Wine Spectator
Nero d’Avola 2008
Premio qualità/prezzo, Berebene Low Cost 2010, Gambero Rosso
2 Bicchieri, Gambero Rosso
Nero d’Avola 2007
Medaglia d’Argento, International Wine&Spirits Competition 2008
2 stelle, Vini buoni d’Italia 2009, Touring Club Italia
2 Bicchieri, Gambero Rosso
Premio qualità/prezzo Almanacco del BereBene ’09 Gambero Rosso
Nero d’Avola 2006
Oscar qualità/prezzo Almanacco del Berebene ’08 Gambero Rosso
89 points, Robert Parker
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Cusumano vini Srl Società Agricola
Tel. +39 091 8908713
www.cusumano.it